sabato 14 ottobre 2017

NASA potrebbe estendere la permanenza di BEAM sulla Stazione Spaziale Internazionale

La posizione di BEAM nel complesso della ISS - (C) NASA


NASA sta valutando con Bigelow Aerospace alcune opzioni per estendere la vita del modulo privato Bigelow Expandable Activity Module (BEAM).

Conosciuto come BEAM, si tratta di un modulo abitativo gonfiabile sviluppato dall’azienda del Nevada basandosi su precedenti studi della stessa agenzia spaziale statunitense e attualmente si trova collegato alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) nell’ambito di una missione di dimostrazione tecnologica. I risultati parziali e le previsioni future sono molto buoni e quindi NASA ha deciso di pubblicare una bozza di modifica contrattuale studiata per continuare a collaborare con Bigelow Aerospace ed estendere la vita operativa del modulo abitativo espandibile e provare ad utilizzarlo come magazzino in orbita.
Si tratta di un ulteriore passo in avanti sulla strada dell’impegno di NASA per espandere la collaborazione pubblico-privato, la ricerca scientifica e le applicazioni commerciali a bordo della stazione per massimizzare i benefici derivanti dal primo laboratorio in microgravità dell’umanità.

Immagine ripresa da una camera di bordo di Genesis I Credits: Bigelow Aerospace
Immagine ripresa da una camera di bordo di Genesis I
Credits: Bigelow Aerospace

L’uso di BEAM da parte di NASA, come parte di un sistema certificato per l’uomo, permetterà a Bigelow Aerospace di testare la propria tecnologia per le future applicazioni commerciali in orbita bassa terrestre dove l’azienda sta anche già testando degli altri moduli ma in versione “stand alone” senza la possibilità di accesso umano di controllo e manutenzione.
Gli studi iniziali hanno dimostrato che i materiali flessibili si comportano in maniera comparabile a quelli rigidi nell’uso sui moduli abitativi nello spazio e che BEAM si è comportato secondo le aspettative di progetto riguardo alla resistenza ai detriti spaziali che inevitabilmente si incontrano in questo ambiente, soprattutto in orbita bassa terrestre.
BEAM è stato lanciato nell’ottava missione Commercial Resupply Service di SpaceX nel 2016. Dopo essere stato collegato al nodo Tranquility utilizzando il braccio robotico Canadarm2 della stazione, alcuni mesi dopo è stato gonfiato con aria per espanderlo alle dimensioni operative e poter quindi testare per un periodo di 2 anni il comportamento globale e le capacità reali dei moduli gonfiabili. Fin dal gonfiaggio iniziale tutta una serie di sensori installati degli equipaggi della stazione hanno monitorato costantemente il comportamento di BEAM per validarne la progettazione e migliorare quella dei futuri sistemi abitati costruiti con la stessa tecnologia.
Imparare come un modulo gonfiabile si comporta nell’ambiente termico dello spazio e come reagisce alle radiazioni, ai micrometeoriti e ai detriti orbitali fornirà le informazioni necessarie ad affrontare i problemi chiave che sorgono durante le permanenze nell’ostico ambiente spaziale. Questa estensione dell’attività servirà ad approfondire le conoscenze di NASA sui sistemi gonfiabili e renderà BEAM un elemento più operativo per la stazione spaziale potendo essere usato sia nelle attività dell’equipaggio che in quelle di stoccaggio del materiale.


Jeff Williams di NASA al lavoro dentro a BEAM

I membri dell’equipaggio della stazione spaziale sono entrati in BEAM 13 volte dal suo gonfiaggio nel maggio del 2016. L’equipaggio ha condotto esperimenti sulla schermatura dalle radiazioni, ha installato sensori passivi di radiazione chiamati Radiation Area Monitors e periodicamente ha raccolto campioni microbiologici dell’aria e delle superfici interne. Questi sensori e questi campioni sono ritornati a Terra per delle analisi standard microbiologiche e di radioattività presso il Johnson Space Center di NASA.
Il progetto originale aveva richiesto agli ingegneri di prevedere l’eliminazione in automatico di BEAM dalla stazione spaziale alla fine dei 2 anni di prova e del periodo di validazione, facendolo quindi bruciare durante la discesa attraverso l’atmosfera. Tuttavia, dopo quasi un anno e mezzo di prova con risultati positivi, NASA ora intende continuare su questa strada utilizzando BEAM per lo stoccaggio di materiali in orbita e permettendo a Bigelow Aerospace di utilizzare il modulo come un prototipo per la verifica di nuove tecnologie.
Il nuovo contratto dovrebbe presumibilmente iniziare alla fine di quest’anno, sovrapponendosi alla fine del periodo di test originariamente pianificato, con una durata minima di 3 anni con 2 ulteriori possibilità di estensione entrambe della durata di un anno. Alla fine del nuovo contratto l’agenzia potrebbe considerare un’ulteriore estensione della permanenza o potrebbe considerare nuovamente di espellere BEAM dalla stazione.


Modulo BEAM. Credit: NASA

Utilizzare lo spazio interno di BEAM dovrebbe permettere a NASA di stivare tra 109 e 130 Cargo Transfer Bags di materiale e l’uso nel lungo termine dovrebbe permettere all’agenzia di raccogliere ulteriori informazioni sulle prestazioni relative all’integrità della struttura, sulla stabilità termica e sulla resistenza ai detriti spaziali, alle radiazioni e alla crescita microbica che consentiranno di progredire nella comprensione della tecnologia dei moduli gonfiabili abitabili in orbita bassa terrestre per utilizzarli nelle future missioni di esplorazione spaziale umana.
Poiché il volume di ogni Cargo Transfer Bag è circa 0,53 metri cubi (1,87 piedi cubi), l’uso di BEAM per lo stivaggio permetterà di liberare sulla ISS uno spazio tra i 3,7 e i 4,4 International Standard Payload Racks, liberando tale spazio per la ricerca.
Con un’estensione della collaborazione, Bigelow dovrebbe anche essere in grado di dimostrare la bontà della sua tecnologia per le future applicazioni commerciali in orbita bassa. La collaborazione pubblico-privato tra NASA e Bigelow rafforza l’obiettivo di NASA di sviluppare le capacità di sopravvivenza nello spazio per le missioni umane oltre l’orbita terrestre promuovendo nel contempo le capacità commerciali per le applicazioni non governative per stimolare la crescita dell’economia correlata allo spazio.

Ophelia nell'animazione della Nasa. L'Irlanda nel mirino

Le piogge più intense a sud dell'occhio del ciclone 
 
 
Il satellite GPM (Global Precipitation Measurement) della Nasa è passato due giorni fa sopra Ophelia proprio nelle ore in cui la tempesta si stava rafforzando trasformandosi in uragano e l'ha analizzata con il radar dallo spazio misurandone le precipitazioni e fornendo dati interessanti ai meterologi sulla sua conformazione:
La strumentazione del satellite GPM (Microwave Imager e Dual-Frequency Precipitation Radar) ha quantificato in quel momento 81 mm di pioggia all'ora nella fascia di precipitazioni più intense a sud del centro della tempesta. Questi dati sono stati usati per realizzare l'animazione in 3-D che mostra la struttura delle precipitazioni di Ophelia. Forti temporali convettivi a sud dell'occhio del ciclone raggiungevano altezze fino a 12 km. I dati del satellite a infrarossi hanno inoltre mostrato temperature tra -50 e -70 gradi centigradi nelle nubi circostanti il centro di Ophelia. Secondo le ricerche della NASA tempeste con nubi apicali a temperature così basse hanno la potenzialità di liberare una grande quantità di precipitazioni. Per quanto riguarda le previsioni, come mostra il grafico del Centro Nazionale degli Uragani Usa (NHC), Ophelia sta prendendo lentamente (4 Km all'ora) una traiettoria verso est/nord-est che dovrebbe portarla all'inizio della prossima settimana sopra l'Irlanda e la Scozia dopo aver lambito le coste del Portogallo. Con raffiche di vento a 150 Km orari e una pressione di 978 millibar nell'occhio del ciclone Ophelia dovrebbe diventare nelle prossime ore una tempesta extra-tropicale andando ad interagire con una potente area di bassa pressione che si muove verso est nell'Atlantico settentrionale. 
 

L'URAGANO OPHELIA CONTINUA LA SUA CORSA E SPAVENTA L'EUROPA!



 
Nessuna buona notizia sulla situazione dell’uragano Ophelia, che in questi giorni sta proseguendo il suo lento cammino verso l’Europa occidentale.
Passato nelle ultime ore a categoria 2 (lo vediamo nell'immagine satellitare), attraverserà a breve le Isole Azzorre. Dopodiché, secondo i più recenti modelli, sembra probabile che si dirigerà verso il nordovest della penisola iberica e quindi l’Irlanda, rIeintensificandosi lunedì a causa di un’altra area depressionaria a cui si unirà. Ciò sarà causa di un aumento dell’intensità dei venti, che potranno anche superare i 220 km/h, e di piogge torrenziali.
 

Trovata la prima prova di un Universo parallelo?

Un recente studio (articolo pubblicato a maggio 2017 - NdC) su un'anomalia spaziale che ha lasciato perplessi
gli scienziati per anni potrebbe aver dato qualche indicazione su una effettiva esistenza di un universo parallelo, e potrebbe dunque provare la validità della teoria del multiverso.

Misurando la radiazione cosmica di fondo in tutto l'Universo, anni fa gli scienziati sono rimasti molto sorpresi davanti a un'anomalia spaziale molto particolare: una "macchia fredda" a circa 1,8 miliardi di anni luce di distanza, la cui temperatura era di circa 0,00015 gradi centigradi minore dei suoi dintorni. 
Inizialmente, gli astronomi hanno spiegato la singolarità invocando la quantità di materia contenuta in questa regione; un'area con circa 10 mila galassie in meno rispetto a analoghe sezioni dello spazio con essa confrontabili..
Il "supervuoto"
Ora però, secondo un'indagine sulle galassie recentemente pubblicata sulla rivista della Royal Astronomical Society, il Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, quella del "supervuoto" (così è stata chiamata la macchia fredda) potrebbe non essere la spiegazione giusta: quello che si pensa è che le galassie del supervuoto siano raggruppate intorno a vuoti più piccoli che popolano la macchia fredda in modo simile a "bolle".
Questi piccoli vuoti, tuttavia, non riescono ancora a spiegare completamente le differenze osservate. Per legare le differenze di temperature ai vuoti più piccoli, i ricercatori sostengono che sarebbe necessario introdurre un modello cosmologico non standard. Inoltre, sarebbero possibili ulteriori spiegazioni, per le origini della macchia, tra cui una esotica: "la macchia fredda potrebbe essere stata generata da una collisione tra il nostro universo e un'altra "bolla" di universo" dichiara Tom Shanks, della Durham University, tra gli autori dello studio "se ulteriori studi della radiazione cosmica di fondo confermeranno questa ipotesi, allora la macchia fredda potrebbe essere considerata come la prima prova del multiverso e potrebbero esistere miliardi di universi come il nostro".
Il multiverso
La teoria del multiverso contempla la possibilità che il nostro Universo esiste in una sua "bolla", in contemporanea con altri universi paralleli che esistono ognuno nella propria bolla. Attualmente, si tratta solo di una speculazione teorica ma, a detta degli scienziati, la macchia fredda potrebbe fornire i primi indizi concreti che il multiverso potrebbe essere qualcosa in più di una mera ipotesi.
 
 

Astronomia e Fisica, l'Eso: «Sensazionale scoperta sui segreti dell'Universo»




Gravitational waves astronomy
The scientists have been researching for a long time regarding the gravitational wave. It seems that the scientists have achieved some significant success in their research work. As per the information, the coming Monday will be an important day for the scientists who are working in space science and Gravitational-wave astronomy. The sources said a team of researchers from gravitational wave detector LIGO, will be announced the facts. The scientists are going to reveal some mysterious facts regarding Gravitational Wave on Monday, i.e., 16th October. In a press conference, the detail will be revealed, and it will be held at the Press Club situated in Washington DC. The press conference will begin from 10 am EDT.
It is said that the press conference will be attained by researchers of Virgo interferometer, Italian counterpart of LIGO, scientists from Germany, and the United Kingdom.
In 2016, the gravitational waves are made officially and informed to the public. The first gravitational wave was detected by LIGO, and it informed that after a collision of two black whole the gravitational wave was formed. But that was no the last gravitational waves. After that, the scientists have been detected three more gravitational waves. As per the sources, in September the last gravitational waves were detected. The wave was detected by LIGO with the collaboration of Virgo interferometer. Both at the same time triangulate the position and their origin in the sky. The gravitational waves that emerge on merging of black holes are not possible to detect through a conventional telescope.
If the conventional telescope can able to detect the event that causes gravitational waves, then it can give some significant information to the scientists regarding merging of two massive things and their consequences.  The latest that shows that scientists may have detected a fifth gravitational wave. Some also said that a new type of gravitational force that had predicted by Albert Einstein also had been detected. If all the information proved to be true, then these data will bring a breakthrough in the field of gravitational wave astronomy.
The gravitational waves emerge from some very powerful events in the universe. As per the General Theory of Relativity by Einstein in 1915, Gravitational waves are just like some vibration or ripple in the fabric. As per the theory, the entire universe is made up of the fabric of space-time. The production time of those waves may be very fast, and some informed that the Big Bang could be a reason behind the gravitational waves.

Source

UFO Sightings October 7, to October 8, 2017




Pubblicato il 08 ott 2017
Review UFO sightings submitted between October 7, and October 8, 2017. Locations: Singapore; Humacao, PR; Kawaguchiko, Japan; North Dakota, USA; Blackstock, Ontario, Canada. Watch 22 popular UFO Channels at www.UFOPlanet.TV Opinions expressed by submitters are not necessarily that of the 4U2Ctv Multimedia Network, UFO Planet TV or DAAC Media Inc.

UFO Sightings October 11, to October 13, 2017




Pubblicato il 13 ott 2017
Review UFO sightings submitted between October 10, and October 11, 2017. Locations: Edinburhg, GB; Carcross, Yukon, Canada; Warren, OH, USA; St. Joseph, MI, USA, and Detroit, MI, USA. Watch 22 popular UFO Channels at www.UFOPlanet.TV Opinions expressed by submitters are not necessarily that of the 4U2Ctv Multimedia Network, UFO Planet TV or DAAC Media Inc.

Contatto dal Pianeta Iargha: l’avventura di Stefan Denaerde

Autore del libro “Ho incontrato gli Extraterrestri”, Anno 1969, letto da milioni di persone. Cosa ne hanno fatto… trent’anni dopo? Dimenticato, come tanti altri. Invito ognuno a leggerlo.

 https://i.ytimg.com/vi/8GVPoKcUdI4/maxresdefault.jpg

Estratto dal libro:

Domanda: Perché ci contattate e non ci aiutate?
Risposta: “Ciò significherebbe violare le leggi naturali. Voi non avete il concetto di Norma, l’Etica di una civiltà superiore. Per questo motivo la razza umana non ha possibilità di sopravvivenza. Nello stesso tempo ciò blocca la strada della Integrazione Cosmica. La Legge Naturale più importante che regola il processo di civilizzazione di una razza intelligente, è la seguente: uno sviluppo tecnologicamente elevato deve eliminare tutte le discriminazioni, sotto pena di Autodistruzione. Ciò significa che l’estensione delle nozioni tecnologiche ad una razza discriminante è un delitto gravissimo, secondo le norme giuridiche cosmiche. Il rischio della rovina aumenta enormemente. (Questo vale per quanti credono che alcuni nostri Fratelli extraterrestri collaborino con certi nostri centri di ricerca, come per l’area 51. nda).
Attualmente, per esempio, per giocare con i missili nucleari, lasciate che buona metà della popolazione mondiale continui a vivere in povertà e sottonutrizione. La libertà di pensiero è l’essenza dell’essere umano secondo la nostra etica; se le arrecassimo danno, commetteremmo un delitto. Per cui istilliamo in voi solo conoscenza, non persuasione. Per creare un alto livello di civiltà, o stabilità sociale, servono tre concetti: Libertà, Giustizia, Efficienza. Da noi non esiste denaro. Civiltà è la misura con cui la comunità provvede a tutti, nel disinteresse collettivo. Il disinteresse è la norma di selezione per l’immortalità di una razza intelligente. La Giustizia è efficiente quando ciascuno ha a propria disposizione, in misura uguale agli altri, quel tanto che sia sufficiente a renderlo disinteressato nei confronti dei beni materiali, altrimenti si ha l’invidia. (Come disse Eugenio Siragusa: Né pace né progresso senza giustizia nda). Bisogna eliminare tutte le discriminazioni, di cui la prima è la proprietà personale: o tutti possiedono in eguale misura o nessuno possiede niente. L’ultima è la più efficace. Il denaro è soppresso perché è forma innegabile di proprietà: Denaro e Proprietà sono indici di un livello di civiltà molto primitivo! La maniera piatta con cui siamo spinti all’invidia reciproca e all’egoismo è criminale. Questa incitazione al materialismo, pericolo morale per una razza intelligente, è contraria ad ogni sentimento di giustizia. Bisogna imparare a pensare nei termini di efficienza e di benessere dell’intero sistema comunitario, non del singolo individuo.
ASTRONAVE IARGHIANA
ASTRONAVE RICOGNITORE – PIANETA IARGHA

Non vi è produzione di armi, niente esercito. Sulla Terra, la libera economia è basata sul diritto della giungla: il diritto della forza economica e la stabilità nello Status Quo attraverso l’equilibrio di potere. Quest’ultimo richiede l’appoggio della potenza militare. Dunque la libera economia non potrebbe esistere senza il sostegno degli armamenti. Potenza significa discriminazione del forte, rispetto al debole, e le discriminazioni possono essere mantenute solo con l’ausilio di altre discriminazioni.La completa sicurezza dell’esistenza è solo l’inizio di una superciviltà. L’uomo è chiamato a raggiungere ad un certo momento l’Integrazione Cosmica.Il Nazionalismo non è altro che la copertura del protezionismo di gruppo, dell’egoismo di gruppo, dell’aggressività e dello spirito di rivalsa. Sono le discriminazioni che causano gli armamenti.
Sui trapianti. La tecnica del trapianto richiede conoscenze relative all’origine della vita e voi ne siete ancora ben lontani. Cosa è la vita? Facciamo un esempio: la creatività umana riesce a dare vita ad un apparecchio radio così come la creatività cosmica dà vita ad un corpo vivente. Il campo energetico per cui ciò accade viene da noi chiamato radiazione biologica ed è solo una piccola parte del campo di creatività onnicomprensivo, chiamato irradiazione immateriale. Ogni essere vivente ha il proprio Tono (Vibrazione). Si potrebbe operare il trapianto di parti fisiologiche di uomini che abbiano lo stesso tono. Una identificazione precisa dei tessuti, una tecnica di misura della modulazione della radiazione biologica. Dopo il trapianto, il nuovo tessuto deve essere suscitato a vita indipendentemente con una radiazione biologica applicata artificialmente. Ma una specie che sia in grado di dominare la radiazione biologica, può anche dominare sia la vita che la morte.
Noi ci sentiamo autorizzati al ristabilimento delle possibilità di essere felici e non al prolungamento della vita, se essa deve terminare per disposizione naturale. Nelle nostre famiglie, i lavori casalinghi e di manutenzione li fanno tutti gli uomini insieme. Il vero compito delle donne è quello di educare ed istruire i bambini, ed altri lavori sociali. L’educazione di un bambino fino al tipo umano mentalmente stabile e sviluppato richiesto da una civiltà elevata è un compito complesso e difficile. Libertà vuol dire assenza di imposizione, assenza di discriminazioni. Essa ha origine dalla giustizia e dalla efficacia. Lo sviluppo di una razza intelligente viene dominato da due eccezionali leggi naturali che sono leggi di selezioni cosmiche. Esse formulano le condizioni di ammissione alle regioni di evoluzioni più elevate della Integrazione Cosmica.
Esprimendole con gli insegnamenti di Cristo:
1 – La prima fissa la condanna per le discriminazioni sociali.Sulla Terra il caos esiste già e si preannuncia prossima la decadenza. La disponibilità di armi chimiche e nucleari diverrà sempre più pericolosa col passare degli anni. Ancora un po’ di tempo e scoprirete la possibilità dell’irradiazione materiale. Un pugno di uomini sarà allora in grado di preparare un’arma capace di annientare l’intero genere umano. Quanto può durare una civiltà la cui scienza non conosce le proprie responsabilità?
2 – La seconda, selettiva, impone la consapevolezza delle nostre relazioni interumane. Essa pone l’Amore Cristiano come presupposto per l’Integrazione Cosmica. Solo l’atteggiamento disinteressato, che produce l’efficienza originale dell’ordinamento naturale, dà ad una razza intelligente la sicura sopravvivenza nella Integrazione Cosmica. Gli equilibri naturali vanno mantenuti. La specie che non riesce a realizzare l’efficienza della selezione di riproduzione dalle origini è destinata a perire”.
Si chiede Stefan:
Come possono essere compatibili la libertà illimitata con la selezione di riproduzione?
Col senso di responsabilità e col disinteresse. La riproduzione artificiale accelera la degenerazione. A cosa serve riprodurre il fenomeno biologico umano? Il corpo con tutti i suoi desideri è solo zavorra. Ha importanza solo la mente creativa, capace di pensare solo in modo disinteressato.
Come educare i bambini alla libertà e alla felicità?
La libertà è mancanza di imposizione collettiva, su un modello di atteggiamento individuale, ed ha origine dalla mancanza di imposizione individuale su un modello di imposizione collettiva. La libertà non si può conquistare con un fucile in mano. Solo i genitori possono, generazione dopo generazione, conquistare laboriosamente tutto ciò, formando la mente dei loro bambini e dando loro la consapevolezza esatta del bene e del male. Questo è possibile partendo dall’amore naturale dei genitori e dalla varietà dell’ambiente di gruppo.Il punto fondamentale non è di avere bambini, ma di saperli educare (secondo i principi delle Leggi Universali. nda). Felici, significa essere in pace col senso della propria esistenza, con se stessi ed il prossimo. È la creatività la spinta incosciente alla felicità.
Ma può essere materiale od immateriale:
 PIANETA IARGHA
UNA VISIONE DEL PIANETA IARGHA


La creatività materiale è l’aspirazione individuale verso il miglioramento delle proprie condizioni di vita, orientata sui terreni del sesso, possesso e potenza. È la causa della povertà sul vostro pianeta. L’individualismo si esprime nell’egocentrismo, nell’avidità e nel predominio. Ma arrivano vecchiaia e malattia, il suo mondo crolla ed egli consuma il resto della sua esistenza irrequieto con se stesso; non ha capito di aver sempre inseguito un miraggio, sempre sfuggente sopra il deserto del materialismo. Al contrario, la creatività immateriale, l’Amore Cristiano, dà un a sensazione di felicità costante. È l’aspirazione individuale verso un miglioramento delle condizioni di vita degli altri. Questa attività è indirizzata verso i valori elevati dell’Amore altruistico: sollecitudine, convivenza, tolleranza, amicizia, stima, ammirazione… Questa stabilità sociale crea un benessere illimitato ed una completa sicurezza di esistenza. Ogni azione disinteressata, ogni atto di abnegazione, aumenta costantemente il senso della propria dignità e di appagamento. La Saggezza non è sensibile alla sfortuna o all’invecchiamento. Le Leggi Naturali selezionano duramente ed impietosamente. Solo una razza con grande senso di altruismo può sopravvivere. L’uomo libero da influenze materiali può mettere al mondo bambini con la certezza che siano altruisti, liberi e felici. La varietà domina la nostra struttura di gruppo e l’ambiente educativo dei bambini. Il confronto con persone sempre nuove. Altre razze, opinioni, abitudini di vita, stimola in misura notevole la creatività nei contatti umani. Non vi sono né frontiere né nazionalità. La vita diviene la grande avventura della libertà, in cui il nostro disinteresse e la creatività vengono sempre aggiornati ed in cui possiamo divenire completamente uomini. Una società diviene stabile quando il trasferimento, la diffusione dei popoli e la loro mescolanza produce un uomo finale. Sarà una razza umana di colore bruno quella che infine creerà la superciviltà sul pianeta Terra. (Sommando le caratteristiche delle quattro razze. nda).
La razza bianca, sviluppata tecnologicamente, ricca, potente, con la sua arroganza discriminante, è destinata a scomparire. La natura umana è identica ovunque. È impossibile una differenza qualitativa intellettuale fra razze intelligenti chiamate alla integrazione cosmica, anche se sono lontane l’una dall’altra mille anni luce. Con le Leggi Naturali non si può discutere: esse determinano, conformemente al diritto cosmico, il decorso di un processo sociale. Nonostante le differenze di tradizione, di alimentazione, di prestazioni intellettuali, la discriminazione razziale è arrogante stupidità, è un crimine molto serio secondo il Diritto Cosmico, che è la formulazione di norme di legge dell’ordinamento naturale in relazione all’evoluzione di razze intelligenti. La giurisprudenza è basata sul diritto cosmico che non conosce né rappresaglie né punizioni: appena la discriminazione sarà scomparsa, anche la criminalità scomparirà. Non hanno ragione di esistere né i diritti economici né la violenza individuale, in un mondo in cui sia scomparsa la violenza collettiva.
Le prigioni esistono solo nei Pianeti in cui vi sia ancora differenza di livello fra persone. Esse sono il frutto delle discriminazioni come ricchezze, maggiore sviluppo, potenza, che possono venire mantenute temporaneamente solo con altre discriminazioni come terrore, punizione, prigione. Scopo della evoluzione umana è la Libertà, che per i terrestri è ingiusta e perciò illecita. Quando mancano la giustizia e l’efficienza, la libertà è impossibile. Per raggiungere la stabilità sociale ci vuole dunque il disinteresse o creatività immateriale cioè pensare in modo indipendente per migliorare le condizioni altrui, e perciò, oltre la libertà si richiede anche un determinato livello di sviluppo spirituale. L’Amore Cristiano è il frutto della libertà e della uguaglianza fra tutti gli uomini. (Dunque libertà, coscienza e quindi messa in pratica dell’Amore. Questo non è una metodologia salvifica quando non si è realizzato il disinteresse e la creatività immateriale o autorealizzazione, altrimenti diverrebbe debolezza, facile preda dell’inganno. nda).

L’IDEOLOGIA COSMICA UNIVERSALE
Per una razza discriminante, la conoscenza della Onnicretività (che può chiamarsi anche Dio), quindi della struttura immateriale dell’Universo, avrebbe come conseguenza l’autodistruzione, poiché con questa conoscenza si domina il campo immateriale dell’energia che supporta la materia e la vita. Solo quando avrete invalidato la prima legge di selezione e sarete divenuti stabili, potrete accedere con la vostra scienza alla conoscenza più elevata. L’Onnicreatività, Onnipresenza o Forza Naturale, è la Forza che muove l’Universo (come disse Dante), è il significato universale del Campo di Radiazioni Immateriali che domina l’Universo. Il vostro concetto di Dio è troppo statico, irrigidisce il pensiero creativo umano ed è un simbolo di contrasti, carico di tradizioni, quindi non più utile nella vostra era. Il concetto di Legge Naturale è dinamico e stimola la creatività umana. Infatti le leggi naturali di vostra continua scoperta, entrano spesso in contrasto con le tradizioni religiose. In relazione alla forza cosmica della onnicreatività, la materia è massa, energia conglobata, una trasformazione dell’energia immateriale del campo di radiazione cosmico. La trasformazione avviene sotto l’azione di un enorme campo di forze, il Campo Portante, che crea leggi fisiche cui ubbidisce tutta la materia. L’onnicreatività invia un campo portante che mantiene gli atomi una volta creati e crea le leggi di massa ed inerzia che ordinano l’Universo (materiale). In uno spazio dove non c’è questo campo portante, mancando le leggi di massa e di inerzia, si dissolvono gli atomi e si ritorna alla energia immateriale nel Campo Portante Cosmico. (Entropia, Sintropia nda.). Il Mondo creato, viene controllato da una Intelligenza incommensurabile nel suo processo genetico e di conservazione, dalla sua Onda Portante. Le modulazioni dell’Intelligenza e dell’Amore, raggiungono il mondo vivente come irradiazioni immateriali.
L’Intelligenza Cosmica è infinita. La più eccelsa creazione naturale è il cervello di un essere intelligente. La quantità delle sue memorizzazioni è inimmaginabile così come lo è l’estensione del Cosmo. Mediante deduzione e sintesi può pensare logicamente. Ma gli aspetti materiali del pensiero logico, con la loro memoria e coscienza, non elevano l’uomo al di sopra della materia o della bestia. È simile ad un calcolatore che può pensare logicamente in cui le mutazioni di memoria o di consapevolezza, si chiamano programmi. Questa ragione non dà all’uomo alcun valore spirituale.I calcolatori, così come il cervello, sono in grado di sviluppare creatività materiali, tecniche o scientifiche, come ultimo limite, e non possono andare oltre, anche se sono formati da processi elettrochimici o quanti anni di processo tecnologico rappresentino. Come è dunque possibile che il cervello umano, con i suoi processi mentali chimici e quindi materiali, sia in grado di creatività immateriale? L’egoismo è la caratteristica del mondo materiale, mentre il disinteresse è la soluzione opposta. Qualunque forma di vita materiale che lotta per la propria esistenza in funzione delle leggi di evoluzione è egoista. Quale fenomeno naturale si verifica nella mente di un uomo che pensa disinteressatamente? La risposta è che il cervello umano è strutturato in modo così geniale da adempiere ad una terza funzione, cioè quella di un apparato super-ricevente per la modulazione immateriale del Campo Cosmico Portante. Un esempio è il pensiero disinteressato della buona volontà.
Chiede ancora Stefan:
Perché dunque Dio non ci aiuta, invece di lasciare liberi gli assassini?

MEZZI DI TRASPORTO SU IARGHA
I MEZZI DI TRASPORTO SU IARGHA


“Noi cerchiamo di aiutarvi a cambiare la vostra consapevolezza o programma, senza trasgredire la Legge Celeste per cui l’uomo deve essere libero. Solo nella libertà più completa è capace di pensare disinteressatamente. Egli può sacrificarsi non per fede od istinto naturale, ma per una disposizione spirituale che si esprime nell’amicizia, amore, buona volontà, compassione. Questo legame tra mondo materiale ed immateriale dà all’uomo il Diritto eterno all’esistenza come fine creativo della materia. Una razza intelligente che sia guidata dalla mano di Dio come un teatrino di marionette è impensabile. Sarebbe infelice in un mondo monotono. La felicità umana o la gioia derivano dalla finalità creativa dell’uomo che vuol cambiare qualcosa. L’evoluzione è cambiamento. Un mondo stazionario sarebbe un deserto spirituale. L’uomo è nato per essere libero e disinteressato in un mondo dinamico. Ha dovuto iniziare dall’ultimo gradino come animale da preda aggressivo ed egoista e deve, con la propria libera creatività, raggiungere il gradino superiore, l’integrazione cosmica. Il peccato originale è l’egoismo. Solo uomini liberi dalla zavorra dell’egoismo, dell’egocentrismo, dello spirito di vendetta, possono raggiungere la super-civiltà. L’esistenza immateriale infinita di una razza intelligente è la possibilità spirituale creativa di provare nel pensiero l’assoluto, l’eterno, l’immutabile. Questa capacità spirituale è una espressione, manifestazione della creatività cosmica universale che chiamiamo onnicreatività. Il Campo portante cosmico è immateriale, cioè non legato a tempo e spazio. La capacità di ricezione, questo percepire l’assoluto in un sistema di pensiero (intuizione), è la possibilità spirituale di una razza intelligente, l’aspetto più geniale della creazione. Lo spirito eterno ed immutabile si è collegato ad una creazione materiale in evoluzione, dove intelligenze libere ed indipendenti possono divenire partecipi dell’onnicreatività dell’amore cosmico. Per tutte le razze intelligenti, in qualunque punto del cosmo, lo spirito è lo stesso, ma la loro possibilità di sentire lo spirito è diversa.
L’educazione o capitale mentale, è il passaggio delle conquiste dalla generazione passata a quella presente. È rappresentato principalmente dal passaggio della vita dei genitori, educatori, artisti, inventori, ai loro figli. Questa rappresentazione va proiettata sull’intera comunità umana. Dai valori individuali, ogni uomo lascia una impronta del tempo nell’atteggiamento mentale della generazione vivente. Intorno ad ogni Pianeta aleggia la capacità totale di creatività che viene investita nell’essere vivente: l’atmosfera della coscienza che determina l’atteggiamento mentale dei giovani che crescono e lo schema del loro comportamento.
La sfera della coscienza è costituita da due specie distinte di creatività:
1 – La creatività materiale: stimola egoismo, egocentrismo, sopraffazione, Si esprime nell’importanza del possesso, potere, sesso, e crea la miseria. Un egoista vuole dominare, perciò stimola i contrasti individuali e la differenza di valore tra gli uomini. Continua a vivere nella miseria, nell’ingiustizia e nell’assenza di libertà che ha creato nella sua vita. Una capacità creativa che resta nelle generazioni come atteggiamento mentale ingiusto.
Il diritto cosmico non conosce punizione, ma prevede rigidamente le conseguenze del comportamento umano, per cui l’egoismo si punisce da solo: ogni generazione precedente vive nella presente, con ogni miseria. Parlando del Giudizio Finale, Gesù parla sia della possibilità della integrazione cosmica, sia delle conseguenze di un comportamento ingiusto. Ci sono i Benedetti che riceveranno il Regno preparato per loro fin dalla creazione del Mondo. Cristo però non nomina solo questa possibilità per i beati. In un mondo senza questa etica, lo sviluppo tecnologico sfugge di mano e diviene causa di caos ed annientamento. Arriverà il momento in cui un pugno di esseri aggressivi sarà in grado di preparare un’arma che potrà annientare il genere umano in un solo colpo. E Gesù disse: ‘Via da me, maledetti, nel fuoco eterno’. Egli intende che la razza umana sia estinta ancor prima che l’integrazione cosmica venga raggiunta, per colpa collettiva, come atteggiamento mentale contrario alle beatitudini. L’annientamento totale in una guerra atomica potrebbe essere il fuoco eterno dei dannati, poiché con l’ultimo uomo muore l’intera umanità. La capacità umana terminerebbe le sue prospettive. Lo splendido pianeta diverrebbe la tomba di una razza dannata che non ha voluto accogliere l’etica di una civiltà superiore. Voi state giocando un giuoco irresponsabile con la morte eterna. La stabilità sociale non è altro che un cristianesimo evoluto.
Domanda: Loro potrebbero mettere la pubblica opinione nella giusta direzione?
Risposta: No. I rapporti interplanetari sono governati da un’Etica Cosmica. Solo l’uomo stesso potrebbe concretizzare il nostro avvertimento.
2 – La creatività immateriale: è il pensiero indipendente, un desiderio di assoluto ed eterno che si orienta alla ricerca di Dio, di provare la onnicreatività. Ma, come si può instillare nella sfera della coscienza della intera umanità, la facoltà di manifestazione dello spirito universale, l’aspirazione al disinteresse, la creazione di un livello mentale stabile? Se Libertà, Giustizia, Efficienza, sono portate fino alle estreme conseguenze, allora l’aspirazione al disinteresse si estende come una macchia d’olio sull’acqua. Appena ogni mente, l’una nell’altra, cercherà la grande avventura della vita e l’esperienza dell’onnicreatività, si avrà una nuova possente sfera di coscienza esistenziale creativa: la Esisfera, cioè l’eco del divino in cui si perpetua ogni atto e pensiero disinteressato. Essa è costituita dalla facoltà intellettuale individuale e dalla facoltà di risonanza, unite al divino. L’esisfera funziona da riflettore di amplificazione delle singole capacità recettive. Ogni uomo ha le stesse probabilità, però con il giusto atteggiamento mentale che deriva dalla finalità liberamente scelta. La coscienza individuale in una civiltà elevata, è il risultato di tutta la creatività che ne ha determinato la formazione. Sia l’egoismo che l’altruismo si perpetuano nelle generazioni. Tuttavia la creatività materiale non potrà mai raggiungere la meta finale dell’evoluzione umana. Ci sono due possibili modi affinché l’egoismo venga spazzato via dalla generazione vivente:
A: L’autodistruzione della razza.
B: L’annientamento dell’egoismo attraverso la selezione educativa e matrimoniale. Solo così gli egoisti potranno piombare nella morte eterna, come disse Gesù Cristo: Via da me, dannati, nel fuoco eterno! Praticamente, bandire l’egoismo è una questione di vita o di morte.
Per raggiungere la stabilità sociale, come tante altre razze planetarie, avete bisogno solo della conoscenza dello scopo della evoluzione umana, rapidamente. L’Ideologia Universale formula e giudica la finalità dell’unione all’onnicreatività e pesa la consapevolezza del bene e del male in funzione di questa finalità. Non pretende di essere una fede di vita o di religione. Comprende la ricerca e la formulazione della legalità dell’ordinamento naturale e non conosce l’irrigidimento di dogmi. È in continuo movimento. La formulazione della struttura immateriale dell’Universo (onnicreatività), dà ad ogni individuo, almeno inizialmente, possibilità praticamente illimitate ad una interpretazione propria. Questo mette d’accordo le varie correnti religiose. Per voi esiste ancora tutta la libertà di interpretazione, ma lo sviluppo scientifico, in continua evoluzione, restringe i limiti della interpretazione individuale. Vi mancano la modestia e la saggezza per capire che nessuna ideologia o religione può avere pretesa di giustezza o di verità, bisogna imparare a coltivare la civiltà. Il Cristo ha portato norme di civiltà intese a creare un livello mentale stabile allo scopo di prevenire l’autodistruzione: un insegnamento che avete trasformato erroneamente.
La stabilità sociale crea il punto di partenza per una superciviltà. La Giustizia elimina non solo discriminazioni, differenze di livello, criminalità. La Libertà genera la creatività immateriale (l’immortalità. nda), la fusione delle razze, la felicità umana stabile (la saggezza. nda). Così inizia la creatività immateriale. L’uomo diviene cosmopolita ed impara a pensare e sperimentare attraverso la struttura di gruppo. Si è felici tra uomini felici. Nasce il superuomo. L’impulso alla felicità individuale è trasferito sui propri simili: ‘Altri pensano alla mia felicità, io penso alla felicità degli altri’. Poi, oltre la evoluzione spirituale e fisica si sviluppa quella scientifica. Viene tenuto sotto controllo l’equilibrio delle variazioni materiali del Pianeta, delle condizioni climatiche, della dinamica terrestre. La scienza medica controlla la vita e la morte, Le scienze naturali l’intera natura ed il Cosmo. Con la scoperta della Ruota Solare, che può sviluppare forze cosmiche senza reazione, divengono accessibili i viaggi spaziali interstellari. (Ad es. l’energia elettromagnetica gravitazionale, l’energia a fusione fredda, l’energia psichica, ecc… nda).
Con le libere forze cosmiche si possono cambiare i corsi dei Pianeti e di interi sistemi solari. L’onnicreatività è infinita. Cristo vi ha chiamati alla Integrazione Cosmica. L’uomo è il fine della creazione della materia che lo circonda, in questo sistema solare. Egli è creato come frammento di creatività materiale e tornerà come creatività immateriale all’onnicreatività, come il figliuol prodigo alla casa paterna. Il Padre gli va incontro appena l’uomo, con la sua libera scelta, si sarà orientato all’unisono con l’onnicreatività (la strada verso casa. nda). La creatività è una radiazione energetica immateriale dell’onnicreatività. Un processo ad autoaccelerazione di impulsi energetici creativi porta ad una esplosione creativa di inaudita energia. Questo processo inizia con la superciviltà. L’esisfera supera il valore di soglia, per cui la capacità di antenna diviene così grande che l’uomo può entrare in diretto contatto mentale con l’onnicreatività, e noi lo chiamiamo: Contemplazione Finale. La facoltà mentale creativa dell’uomo si libera dalla materia, dal proprio io ed in spirale vertiginosa sale ad altezze imperscrutabili. La coscienza collettiva è un’integrazione creativa, esplosiva, nell’esisfera, con cui l’onnicreatività si è manifestata nell’uomo, la forma fenomenica dell’onnicreatività.
L’estasi contemplativa è un faccia a faccia con la sorgente di ogni conoscenza e saggezza. Alcuni la descrivono come un dilatarsi della mente in uno spazio illimitato, altri come l’ingresso dello spirito in uno spazio con una luce accecante ed un colore carezzevole. La sensazione fisica è descritta come un momento di rapimento e felicità. Dopo un lungo processo di contatti contemplativi, l’uomo si avvicina all’onniscienza. La buona volontà è la sfida al proprio potere creativo. Perfezionando il proprio amore reciproco si raggiunge uno stato di coscienza collettiva spirituale, il noi della esisfera. Nell’ultima fase della superciviltà, l’umanità si eleva all’unisono con il più alto grado di amore, conoscenza e saggezza. L’umanità diviene una emittente di energia naturale, di creatività universale. Il dominio della energia immateriale dà una enorme potenza poiché tutta la materia è subordinata ad essa, per cui si può trasformare la materia in energia e viceversa e spostare le montagne, calmare le tempeste, risuscitare i morti. L’integrazione cosmica è compiuta con il ciclo: onnicreatività – materia, uomo – amore – onnicreatività.
L’uomo è energia subordinata allo spirito, si sposta alla velocità del pensiero, partecipe della creatività. L’integrazione cosmica è compiuta ed ha inizio una nuova fase. (Esseri astrali, Elohim)Tutte le razze intelligenti esplorano lo spazio ed osservano i Pianeti su cui si sviluppa la vita e, rispettando le Leggi Naturali, sono spinti a migliorare la qualità delle razze mediante la selezione riproduttiva. L’Onnicreatività stessa regola il processo della creazione, con un innesto intelligente che si autocontrolla. I Navigatori introducono l’amore per il prossimo e l’aspirazione al disinteresse fra le razze primitive intelligenti allo scopo di creare una esosfera embrionale, favorendone la integrazione cosmica. Lo fanno creando la capacità di ricezione, per cui diviene possibile una ricezione diretta delle modulazioni del campo portante: il segnale passa quando il circuito ricevente risuona. È a questo punto che, cadendo il compito creativo della razza supercivile che accompagnava l’umanità terrestre, intervenne il Cristo (anche se l’umanità non ha e non vuole comprendere il significato fondamentale della Sua venuta). La manifestazione dell’onnicreatività ha privalo l’atmosfera della dimensione del tempo, e da questo avanzamento non si torna più indietro: l’umanità può solo riuscire o fallire”.
Concludono gli Iargani stimolando Stefan così come hanno fatto con ogni loro collaboratore chiamato: “Devi trovare il coraggio di affrontare la pubblica opinione, perché la verità di ciò che è giusto non può essere vinta. Con questa conversazione ci siamo assunti una grande responsabilità, ma abbiamo dato una grave responsabilità anche a te”.
E spiegano ripetutamente:
L’etica dei contatti interplanetari.”Violare la libertà di una specie chiamata all’integrazione cosmica è il più grande delitto che una specie supercivile possa commettere. Non possiamo aiutarvi. Non possiamo entrare in contatto apertamente, ma ci sentiamo autorizzati a percorrere una certa zona di confine. Abbiamo fatto venire fin qui un gran numero di dischi volanti, operanti con sistemi gravitazionali, nella speranza che voi una volta o l’altra ricercaste il motivo per cui altre razze intelligenti vi ammonissero pur senza entrare in contatto fra di voi.Il significato di alcuni nostri sforzi con voi è di fornire un’ipotesi, una possibilità rispetto alla quale ogni uomo, dopo una certa scelta, possa dire di sì o di no. Come possiamo, in nome del Cielo, impedire che questa Terra salti in aria senza violare la vostra libertà? Se uno di voi, riferisse il proprio rapporto, accompagnato da una prova materiale inconfutabile, ciò creerebbe una mancanza di libertà, un coercizione a credere, un discriminazione” (Eppure, le prove di vario tipo ci sono state date, e la congiura del silenzio per fini molto più terribili le rende inutili! nda).”È stabilito nelle Leggi Naturali che i viaggi spaziali veri e propri siano possibili solo a razze intelligenti, socialmente stabili. Dallo spazio non dovete temere nessun pericolo.Le altre si annientano anzi tempo e procedono senza sosta da un caos all’altro.Il tempo della conoscenza per voi terrestri non è ancora venuto. Solo quando sarete divenuti stabili, interromperemo il vostro isolamento e vi accetteremo nel nostro sistema. Consigliamo un dialogo tra religioni ed ideologie, senza arroganza di nessuno. Dovete imparare a riconoscere in ogni uomo pensante la creazione più grande, non discriminando mai tra razze, ideologie, fedi politiche e religiose. Vai, compi la tua opera di messaggero, i pensieri di miliardi di esseri intelligenti ti saranno vicini nell’adempiere al tuo difficile compito”.

 Orazio Valenti per EDICOLA WEB

Commento di Oliviero Mannucci: Oltre a possedere il libro l'ho letto più volte e lo consiglio a tutti, è veramente interessante.

https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/51whSs2rzZL._SX314_BO1,204,203,200_.jpg
Il libro in questione pubblicato in Italia dalle Edizioni Mediterranee




Il miliardario Bigelow in tv: “Gli Alieni sono già tra noi”

È uno degli imprenditori più ricchi d’America, è proprietario di una catena di hotel, ha fondato una società di tecnologia spaziale nella quale ha investito centinaia di milioni di dollari, è partner della NASA, ma non ha alcuna remora nell’affermare in tv- davanti a milioni di telespettatori- che non solo crede nell’esistenza degli Alieni, ma ritiene che “loro” siano già qua, in mezzo a noi. Il coraggioso- o forse folle- businessman è il 73enne Robert T. Bigelow e le sue sorprendenti dichiarazioni sono state trasmesse dalla CBS.

 

 

Bigelow, al pari degli altri multi-milionari Elon Musk e Jeff Bezos, si è lanciato in una sua personale corsa allo spazio. Ma non è interessato allo sviluppo di razzi vettori, quanto alla ideazione e costruzione di nuovi tipi di spazi abitativi, strutture e navette che si gonfiano nello spazio e che potrebbero cambiare drasticamente il modo di concepire la vita e il lavoro a gravità zero. Uno di  questi moduli sperimentali (denominato BEAM) è già stato lanciato e testato sulla ISS, ma il tycoon di Las Vegas crede che un giorno questi habitat espandibili, una volta messi in orbita attorno alla Terra, saranno usati come laboratori di ricerca, fabbriche e persino hotel.

ROBERT BIGELOW INTERVISTATO DALLA CBS
 ROBERT BIGELOW

 

Una figura, quella di Robert Bigelow, sicuramente non convenzionale, soprattutto per la sua passione/ossessione per gli Extraterrestri, che non si cura di nascondere. Ha persino un Alieno grigio stilizzato come logo della sua società, la Bigelow Aerospace. Tanto uno come lui- fa capire- si può permettere quello che vuole senza timore di critiche o derisioni. Durante l’intervista, incentrata prevalentemente sulle potenzialità commerciali dell’esplorazione spaziale, la conduttrice di “60 Minutes”- un programma di attualità in prima serata molto seguito- è andata dritta al punto, domandandogli se credesse negli Alieni.

“Ne sono assolutamente convinto e questo è quanto”, ha risposto lui tagliando corto. La giornalista, Lara Logan, lo ha incalzato: “Ma pensa anche che gli UFO siano venuti sulla Terra?” “C’è stata e c’è tuttora una presenza extraterrestre. E io ho speso milioni su milioni, probabilmente ho speso più io personalmente di quanto abbia mai speso nessun altro negli Stati Uniti su questo argomento”, la sua replica. E ancora, quando la Logan gli ha chiesto se non ritenesse rischioso dire in pubblico che crede negli Alieni e negli UFO, Bigelow ha spiegato chiaramente il suo pensiero:”Non me ne frega un accidente, non mi importa.”

 

IL MODULO ABITATIVO GONFIABILE BEAM
IL MODULO  GONFIABILE BEAM

E poi: “Anche se gli altri pensano che io sia pazzo, non mi interessa. Perché non cambia nulla. Non cambia la realtà di quello che so.” Ma non basta. La conduttrice ha voluto sapere se ritenesse probabile che nei nostri viaggi spaziali un giorno incontreremo altre forme di vita intelligente, ma la risposta del tycoon è stata ancora una volta secca e spiazzante:”Non c’è bisogno di andare da nessuna parte, è già tutto sotto il naso della gente…”.  Ha poi accennato, senza entrare troppo nei dettagli, ad una esperienza vissuta dai nonni che durante un viaggio in auto vicino a Las Vegas si sarebbero trovati faccia a faccia con un oggetto luminoso, veloce, che poi si era alzato ad angolo retto sparendo in lontananza. E anche lui avrebbe avuto un non ben definito “incontro ravvicinato”.

IL LOGO DELLA BIGELOW AEROSPACE

 

Bigelow si poi detto convinto assertore della cosiddetta “teoria del complotto”, secondo la quale il governo americano, come altri nel resto del mondo, sanno perfettamente della presenza degli Alieni sulla Terra e che anzi già interagiscono con loro, ma mantengono il segreto più totale per evitare gli effetti che una realtà tanto sconvolgente potrebbe avere sulla popolazione. Secondo la CBS, l’interesse del magnate dura da molti anni e lo ha portato anche a chiedere alla Federal Aviation Admistration tutti i resoconti relativi a UFO e altri fenomeni inspiegabili avvistati in volo. La stessa FAA avrebbe confermato la notizia alla rete televisiva.

L’intervista in prima serata ha provocato l’immediata reazione di Stephen Bassett, direttore del Paradigm Research Group da tempo impegnato in un’opera di convincimento e di pressione mediatica rivolta al governo degli Stati Uniti, affinché sospenda quello che definisce “l’embargo della verità” sulla questione aliena.  Commentando le esternazioni andate in onda sulla CBS, Bassett ha affermato: ”Il miliardario Robert Bigelow, della Bigelow Aerospace, ha detto la verità al potere e finalmente ha dichiarato pubblicamente quello che centinaia di milioni di persone in tutto il mondo sanno già essere vero”

L'ATTIVISTA STEPHEN BASSET
L’ATTIVISTA STEPHEN BASSETT

 

“E lo ha fatto sabato sera, nel programma ’60 Minutes’ della CBS. C’è una presenza extraterrestre che coinvolge la razza umana. Quanti ufficiali militari, esponenti politici, agenti dell’intelligence, scienziati, artisti e, sì, miliardari devono dire questa verità prima che i giornalisti investigativi americani si rendano conto che la più grande notizia della storia è sotto il loro naso da 70 anni?”.  La filippica di Bassett, però, non sembra aver impressionato Lara Logan che ha semplicemente chiosato: ”Robert Bigelow è un tipo eccentrico e lo sa, ma quando hai tutti quei soldi,  nessuno- neppure la NASA– se ne preoccupa.”

 

 SABRINA PIERAGOSTINI

Fonte 

 Commento di Oliviero Mannucci: I veri pazzi di questa società schizzofrenica sono coloro che si fidano ciecamente delle versioni ufficiali dei governi e della scienza e che non vogliono vedere al di la del proprio naso, per ignoranza o per convenienza.

 

giovedì 12 ottobre 2017

La NASA torna sulla Luna: adesso è ufficiale

Per molti non è una grande novità, ma adesso è ufficiale: la NASA tornerà sulla Luna. Si tratta probabilmente di uno dei segreti mantenuti in maniera più grossolana dall'amministrazione Trump, ma negli ultimi anni c'è stato un particolare fermento per quanto riguarda la corsa verso lo spazio.


Da una parte le tante compagnie private interessate, come SpaceX, Blue Origin, Bigelow Aerospace, che hanno iniziato a divulgare i propri piani di esplorazione lunare, dall'altra la scelta di Scott Pace come direttore esecutivo del National Space Council. L'amministrazione Trump ci ha poi messo del suo nominando Jim Bridenstine (che ha sempre considerato la Luna come prioritaria nell'esplorazione spaziale) in qualità di amministratore della NASA.
Le ambizioni del governo USA sono però adesso ufficiali, con Mike Pence che ha firmato un articolo sul Wall Street Journal dal titolo inequivocabile: "L'America tornerà sulla Luna, e andrà oltre". Il dirigente ha scritto:
"Rivolgeremo il programma spaziale americano verso l'esplorazione umana e la scoperta. Questo significa lanciare astronauti americani oltre l'orbita bassa terrestre per la prima volta dal 1972. Significa stabilire una presenza americana rinnovata sulla Luna, un obiettivo strategico vitale. E sulla base dell'esplorazione lunare l'America sarà la prima nazione a portare l'umanità su Marte".
Negli ultimi anni la NASA non ha mai parlato di riportare l'uomo sulla Luna, ma ha spesso dichiarato l'intenzione di mandare astronauti all'interno di stazioni non lontane dal satellite terrestre. Pence inoltre specifica che sarà l'America a mandare l'umanità su Marte, prima di tutte le altre nazioni "in competizione". È chiaro tuttavia che per portare al termine una missione di questo tipo è necessario un supporto da parte di altre associazioni spaziali, e in quel caso l'avventura sarà dichiarata come il risultato di uno sforzo globale, e non relativo ad una sola nazione.
Quello che non è stato specificato, infine, è il modo in cui la NASA intende portare l'umanità sul Pianeta Rosso, oltre che un periodo di tempo stimato. Pence non ha nominato i razzi attualmente a disposizione dell'organizzazione, come ad esempio lo Space Launch System o l'Orion, ma ha specificato che c'è bisogno dell'esperienza e dell'aiuto di governo e dei leader delle organizzazioni commerciali del settore con cui risolvere le ovvie problematiche presenti all'interno della progettazione di missioni di questo tipo.
La riusabilità dei razzi potrebbe essere la chiave del successo (anche finanziario) dell'esplorazione spaziale dei prossimi anni, e in questo senso le società commerciali (SpaceX e Blue Origin in primis) hanno fatto da apripista da più di un anno ormai con diversi test andati in porto.

Fonte 

Ora è ufficiale, Nasa: “Se avete queste 4 piante in casa eliminerete tutte le energie negative”

Un team di ricercatori americani ha stilato una lista delle cinque piante da tenere in casa per migliorare notevolmente la qualità dell’aria negli ambienti domestici. Ecco quali sono...

 

 Ora è ufficiale, Nasa: “Se avete queste 4 piante in casa eliminerete tutte le energie negative” – Forse non tutti sanno che anche l’ambiente domestico in cui viviamo può essere estremamente inquinato e di conseguenza dannoso per la salute del nostro organismo. Negli ambienti chiusi, infatti, la qualità dell’aria, spesso, è compromessa da numerose sostanze inquinanti. Questo può provocare mal di testa, forti allergie, giramenti di testa e nausea. Per ovviare a questo spiacevole problema che può provocare anche complicazioni più serie, molti istallano dei moderni sistemi di ventilazione che di certo possono aiutare molto. Secondo alcune ricerche condotte dalla NASA infatti alcune piante sono meglio di altre nella pulizia dell’aria e rimuovere le tossine dalla stanza. Queste piante puliscono l’aria anche dalla polvere, vernici, materiali da costruzione e formaldeide. La NASA ha stilato una lista di 18 piante domestiche, specificando le funzioni di ciascuna e se è adatta in presenza di cani e gatti e consiglia almeno 3-4 di queste piante per uno spazio di 80 metri quadrati. C’è, però, un modo estremamente naturale per migliorare la qualità dell’aria negli ambienti domestici. Si tratta di cinque tipi di piante, individuate da un team di ricerca statunitense, in gradi di assorbire grandissime quantità di tossine, migliorando di molto la qualità dell’aria. Le piante sono: l’albero di Giada, l’Edera, il Cactus, il Falangio, la Dracaena e le piante bromeliacee.

Fonte 

Un sole artificiale per preparare le missioni estreme

Acceso nel centro tecnologico dell'Esa in OlandaUn sole artificiale brilla in uno dei laboratori tecnologici più avanzati d'Europa, il Centro per la scienza e la tecnologia dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) che si trova in Olanda, a Noordwijk. E' stato acceso per mettere alla prova i veicoli spaziali che tra non molto dovranno affrontare due missioni davvero estreme: le sonde Solar Orbiter, destinata a studiare la parte più esterna dell'atmosfera solare, e Bepi Colombo, diretta al pianeta più vicino al Sole, Mercurio. Il lancio della prima è previsto nel 2019 e quello della seconda nel 2018.

Un modulo dela satellite Bepi Colombo durante un test all'interno del sole artificiale, presso l'Estec (fonte: ESA-Anneke Le Floc'h) © Ansa
Un modulo del satellite Bepi Colombo durante un test all'interno del sole artificiale, presso l'Estec


 

 

Ad accendere il sole artificiale in laboratorio sono 19 lampade, ognuna della potenza di 26 kilowatt. "E' un simulatore unico al mondo, studiato per missioni che pongono nuove sfide, come Solar Orbiter e Bepi Colombo, nelle quali i classici metodi di test non funzionano più", spiega all'ANSA Tommaso Ghidini, capo della divisione di strutture, meccanismi e materiali dell'Esa.

"In missioni come queste - ha aggiunto - andiamo oltre le condizioni conosciute e per questo abbiamo dovuto costruire e testare una macchina che simula le condizioni che Solar Orbiter e Bepi Colombo incontreranno avvicinandosi al Sole". Per avere un'idea delle condizioni estreme nelle quali dovranno lavorare le due missioni, basti pensare che se la luminosità che sperimentiamo sulla Terra equivale a una costante solare, quelle che sperimenterà la sonda Bepi Colombo sarà pari a 10 costanti solari e sarà di 10 costanti solari quella che incontrerà Solar Orbiter.

 

Fonte 

Astronomia: “Sulla luna Encelado di Saturno c’è acqua, possibili forme di vita”

"C'e' una piccola luna che ruota attorno a Saturno, candidata ad avere forme di vita. Si chiama Encelado, ha un diametro di circa cinquecento chilometri, e potrebbe stare dentro la Pianura Padana"

 

“C’e’ una piccola luna che ruota attorno a Saturno, candidata ad avere forme di vita. Si chiama Encelado, ha un diametro di circa cinquecento chilometri, e potrebbe stare dentro la Pianura Padana. La piu’ grande scoperta riguarda la presenza di massicce quantita’ di acqua liquida, emesse sotto forma di geyser, che subito dopo si ghiacciano. Una sorpresa straordinaria, considerato che la sua superficie ha una temperatura di centottanta gradi sotto zero“. Lo ha ricordato, questo pomeriggio, al Casino’ di Sanremo, l’ingegnere aerospaziale, Luciano Iess, docente di ingegneria meccanica e aerospaziale dell’Universita’ La Sapienza, di Roma – appartenente al team di ricercatori che sta analizzando i dati della sonda spaziale Cassini-Huygens – a margine del convegno “Missione Cassini-Huygens: gran finale”.
“Sono un po’ scettico, ma forme di vita embrionale potrebbero esistere e il risultato scientifico sarebbe certamente straordinario – prosegue Iess -. La cosa bella di Encelado e’ che abbiamo accesso all’oceano, senza dover bucare la crosta ghiacciata, in quanto Encelado ci espelle parte del suo oceano e una sonda come gia’ avvenuto con la Cassini, ma si potrebbero utilizzare strumenti ancora piu’ raffinati, potrebbe rivelare la presenza di molecole organiche”.
Prosegue Iess: “Stiamo analizzando i dati della fase finale della missione, degli ultimi tre mesi, in cui la sonda Cassini e’ passata molto vicina a Saturno, tra l’anello interno e le nubi del pianeta. Queste ultime misure hanno rivelato grandi novita’. Possiamo, ad esempio, dire con certezza che i venti che vediamo in superficie, in realta’ si propagano molto in profondita’, a decine di migliaia di chilometri. Sono venti forti che possono raggiungere i trecento chilometri all’ora. Sappiamo anche che gli anelli non si sono formati assieme a Saturno, ma sono piu’ giovani”.

Secondo il professor Iess l’analisi dei dati forniti dalla sonda Cassini e’ destinata a durare anni e probabilmente sara’ necessaria un’intera generazione, prima di giungere a conclusioni definitive. Un’altra scoperta degna di rilievo e’ stata annunciata da Marco Mastrogiuseppe, ricercatore a La Sapienza, di Roma, la cui attivita’ di ricerca si e’ concentrata sull’elaborazione del sistema radar della Cassini. Si tratta di una novita’ che riguarda Titano, una delle lune di Saturno.
“La sua superficie ha mari di idrocarburi, ma anche laghi e fiumi. Con il radar della Cassini ne abbiamo misurato la profondita’ e nell’agosto scorso, da una distanza di circa mille chilometri, la sonda e’ riuscita a misurare la profondita’ di un lago la cui grandezza e’ di appena trenta chilometri. Questo e’ un risultato eccezionale. Grazie alla sonda Cassini abbiamo anche scoperto la mistura dei laghi che sono composti principalmente di metano. Abbiamo ancora tanti dati da studiare e molte sono le informazioni ancora nascoste, che possono essere tirate fuori, dopo tanti anni”. 

A cura di
 

Su Marte una possibile culla della vita passata

E' un antico bacino idrotermale

 Il bacino Eridania, nell'emisfero Sud di Marte. Qui sono state individuate le tracce di una sorgente idrotermale che 3,7 miliardi di anni avrebbe potuto ospitare forme di vita (fonte: NASA) © Ansa

 Individuati su Marte i resti di un'antichissima sorgente idrotermale sottomarina, che potrebbe svelare le caratteristiche ambientali in cui si è sviluppata la vita sulla Terra. Questa potenziale 'incubatrice', descritta sulla rivista Nature Communications, si trova nel bacino Eridania, nella parte meridionale del Pianeta Rosso, ed è stata scoperta dalla sonda Mars Reconnaissance Orbiter (Mro) della Nasa.

Lo spettrometro 'Crism', a bordo della sonda, ha infatti fiutato la presenza di serpentino, carbonati, talco e altri depositi minerali che risalirebbero a 3,7 miliardi di anni fa e che potrebbero diventare il bersaglio di nuovi studi di astrobiologia alla ricerca di tracce di vita, come sottolineano gli autori dello studio coordinati da Joseph Michalski, prima geologo del Museo di storia naturale di Londra e ora in forza all'Università di Hong Kong.

"Anche se non dovessimo mai trovare tracce di vita passata su Marte, questo sito ci potrà svelare il tipo di ambiente in cui si è sviluppata la vita sulla Terra", spiega Paul Niles, del Johnson Space Center della Nasa a Houston. "L'attività vulcanica combinata con l'acqua stagnante potrebbe aver creato le stesse condizioni che a quel tempo esistevano sulla Terra quando sono comparse le prime forme di vita".

Osservarle direttamente oggi è molto difficile, perché le tracce geologiche di quel tempo sono state ormai confuse dal continuo 'riciclo' della crosta terrestre, mentre il bacino marziano, con la sua antica crosta conservata, potrebbe rappresentare un modello da studiare.

"Ricorda gli ambienti idrotermali terrestri, simili a quelli dove potremmo trovare la vita su altri pianeti. La vita che non ha bisogno di un'atmosfera gradevole o di una superficie temperata, ma - conclude Niles - solo di rocce, calore e acqua".

Fonte 

Una serra spaziale in viaggio per l'Antartide

Banco di prova per coltivare ortaggi sulla Stazione Spaziale

 Rappresentazione grafica dell'interno della serra spaziale Eden Iss (fonte: Thales Alenia Space) © Ansa

 E' in viaggio verso l'Antartide la serra spaziale 'Eden Iss', che in un ambiente estremo come quello del continente bianco aiutera' a sperimentare la possibilita' di coltivare ortaggi per gli astronauti della Stazione Spaziale e in futuro anche per quelli al lavoro nelle basi lunari e marziane. Il progetto rientra nel programma europeo Horizon 2020 ed e' condotto da 14 fra enti e industrie coordinati dall'Agenzia spaziale tedesca Dlr.

Per l'Italia partecipa il Consiglio nazionale delle Ricerche (Cnr) con le aziende Thales Alenia Space (Thales-Leonardo) e Telespazio (leonardo-Thales).

La serra, chiamata Mobile Test Facility (Mtf), e' diretta alla base antartica tedesca Neumayer III, sulla costa nord-occidentale. E' composta da due container organizzati in tre sezioni e gestiti da una sola persona. Una delle serre parla italiano: si chiama Rucola (Rack-like Unit for Consistent On-orbit Leafy crops Availability) ed e' stata progettata in Italia dalla Thales Alenia Space, che e' anche responsabile dello sviluppo, della sperimentazione e dell'analisi dei dati.

Telespazio e' invece responsabile delle procedure operative relative alla campagna in Antartide e della realizzazione del sistema di Plant Health Monitoring, in grado di acquisire immagini ad alta definizione delle piante e di distribuirle a esperti di agronomia e fisiopatologia vegetale in remoto, perche' valutino lo stato di salute delle piante in tutte le fasi di crescita.

 Fonte